BWV 209   Non sa che sia dolore
1. Sinfonia
Flauto traverso, Violino I/II, Viola, Continuo
 
2. Recitativo S
Violino I/II, Viola, Continuo
  Non sa che sia dolore
Chi dall' amico suo parte e non more.
Il fanciullin' che plora e geme
Ed allor che più ei teme,
Vien la madre a consolar.
Va dunque a cenni del cielo,
Adempi or di Minerva il zelo.
3. Aria S
Flauto traverso, Violino I/II, Viola, Continuo
  Parti pur e con dolore
Lasci a noi dolente il core.
    La patria goderai,
    A dover la servirai;
    Varchi or di sponda in sponda,
    Propizi vedi il vento e l'onda.
4. Recitativo S
Continuo
  Tuo saver al tempo e l'età constrasta,
Virtù e valor solo a vincer basta;
Ma chi gran ti farà più che non fusti
Ansbaca, piena di tanti Augusti.
5. Aria S
Flauto traverso, Violino I/II, Viola, Continuo
  Ricetti gramezza e pavento,
Qual nocchier, placato il vento,
    Più non teme o si scolora,
    Ma contento in su la prora
    Va cantando in faccia al mar.


Besetzung   Solo: S, Flauto traverso, Violino I/II, Viola, Continuo
Entstehungszeit   vielleicht 1729
Text   unbekannter Dichter
Diskussion   Aryeh Oron Julian Mincham

Bach Cantata Page